Rifugio Calvi al tramonto

6 marzo 2010

 

Dopo una breve arrampicata alla falesia di S. Pellegrino, decidiamo di trascorrere la nottata al rif. Calvi.

Così ci avviamo a Carona e, lasciata l’auto, ci incamminiamo lungo la strada che porta al magico paesello di Pagliari.

Lungo il primo tratto incontriamo numerose persone che fanno ritorno dalla giornata sulle montagne di casa, dopo di che la solitudine nella natura e il tramonto ci accompagnano fino al rifugio.

Giunti a destinazione, constatiamo che il rifugio invernale ora è sprovvisto di riscaldamento, e il freddo pungente ci toglie la voglia di passare la nottata immersi nella natura e dopo una veloce cenetta, ci incamminiamo nuovamente verso l’auto sotto una fantastica stellata.

E’ stata una bella uscita anche se abbiamo dovuto rinunciare alla tranquillità e alla bellezza di una notte tra i monti.

DECSRIZIONE

Giunti al cartello di benvenuto a Carona, prendere la prima strada in salita sulla sinistra e arrivare se possibile fino al curvone dove vi sono dei cartelli in legno con i percorsi escursionistici. Se invece si dovesse trovare la strada bloccata per neve parcheggiare dove possibile.

Incamminarsi lungo la strada asfaltata fino all’ abitato di Pagliari e qui decidere se proseguire per mulattiera fino alla diga o prendere il sentiero n’ 205, riconoscibile dal cartello indicatore posto all’interno dell’ abitato e seguirlo fino a raccordarsi con il sentiero n’208 che giunge al rifugio Calvi. Di solito la scelta più conveniente è: in inverno usufruire della mulattiera mentre in estate utilizzare il sentiero 205.

Tempo stimato h 2.30

Dislivello 1000 mt circa

 

 

 

 

Clicca qui sotto per ottenere la versione stampabile

Scarica PDF

 

Creative Commons License
oltrelenuvole by oltrelenuvole is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non opere derivate 2.5 Italia License.

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: