Cascata della Val Sambuzza e Cambrembo

20 Dicembre 2009

Dopo un breve racconto della giornata inserirò le due relazioni delle cascate e le foto

 

Oggi inizio stagione e prima cascata in assoluto in compagnia di Marco, Francesco e Alessandro.

Partiti verso le 8 da Bergamo, giungiamo dopo un oretta a Carona dove prepariamo gli zaini e qui Linda si accorge di una grossa dimenticanza: i ramponi. Per tutto l’avvicinamento la convinco che anch’io avrei preferito fare una passeggiata con lei per non lasciarla sola, ma lei insiste per lasciarmi provare la mia prima cascata. Arrivati all’ attacco ci dividiamo e Linda prosegue verso il rifugio Calvi per fare una passeggiata, mentre noi altri attacchiamo. Dopo tre tiretti facili usciamo dalla cascata e per il sentiero che scende dalla val Sambuzza ritorniamo al punto di partenza dove Linda ci aspetta.

Vedendo che non è tardi decidiamo di fare tappa per vedere anche le condizioni della cascata di Cambrembo. Arrivati, dopo un breve avvicinamento, la cascata non sembra in ottime condizioni così risaliamo a piedi il sentiero per giungere sopra e calare una doppia che ci avrebbe permesso di provare i tiri in mulinette. 

Ops….. abbiamo calcolato male la posizione della cascata e Alessandro si cala sulla parete di roccia accanto 🙂

Per fortuna, da sotto, Francesco ci avverte, così recuperiamo Alessandro che con bel ravanage ritorna al punto di partenza. Nel frattempo Francesco decide di tentare la salita dal basso e con pochi problemi arriva alla prima sosta dove ci comunica di essere riuscito, così anche noi torniamo all’ attacco per salire il tiro in mulinette.

Mentre Linda prova il primo tiro, Marco attacca il secondo e ultimo tiro. Il buio ha sorpreso ancora in parete Marco e Francesco, così noi altri andiamo loro incontro con le torce lungo il sentiero di discesa e dopo aver sistemato l’attrezzatura ritorniamo alla macchina.

E’ stata una bella giornata piena di risate per l’ottima compagnia……. una nota, Linda ha deciso che non è il suo sport 🙂 😉

RELAZIONE DELLA CASCATA DI VAL SAMBUZZA

  

PARTENZA: Carona (1400mt)

QUOTA ATTACCO: 1500mt

QUOTA ARRIVO: 1650 mt

SVILUPPO: 150 mt

DIFFICOLTA’: 3 I

ESPOSIZIONE: sud

MATERIALE: n.d.a., due picozze tecniche, ramponi, caschetto, viti, 2 mezze da 60 mt, cordini e abbigliamento caldo

  

  • Accesso e avvicinamento

Dall’ attacco del sentiero per il rifugio Calvi a Carona risalire fino alla frazione Pagliari e proseguire sucessivamente per 10 minuti lungo la strada e giungere all’ evidente cascata posta sulla sinistra.

  • Descrizione

L1: (53 mt) Senza via obbligata risalire il primo tratto di cascata superando i primi risalti e arrivati ad un piano costruire la sosta sulla destra su albero

L2: (55mt) Risalire stando al centro o a destra della cascata e arrivati al primo tratto verticale spostarsi sulla sinistra dove si risale su piccoli salti verticali e sostare su albero sulla sinistra della cascata

L3: (40mt) Lunghezza più impegnativa. Risalire la prima pendenza facile fino ad arrivare al salto verticale e superarlo sulla sinistra .Risalito proseguire su terreno facile fino alla fine della cascata e fare sosta sulla destra  su albero.

  • Discesa

Proseguire verticalmente su terreno di misto fino a raggiungere il sentiero che sale in Val Sambuzza e ridiscenderlo fino a tornare alla strada e ritornare all’ attacco della cascata

  

durante l’avvicinamento la frazione Pagliari

 

preparativi

Marco sul secondo tiro

Alessandro che segue Marco quasi in sosta

controlla il passaggio migliore

io sul terzo tiro

quasi all’ uscita

 

RELAZIONE DELLA CASCATA DI CAMBREMBO

  

PARTENZA: 1350 mt

QUOTA ATTACCO: 1350 mt

QUOTA ARRIVO: 1410 mt

SVILUPPO: 60mt

DIFFICOLTA’:  3+ I

ESPOSIZIONE: nord est

MATERIALE: n.d.a., due picozze tecniche, ramponi, caschetto, viti, 2 mezze da 60 mt, cordini e abbigliamento caldo

  • Accesso e Avvicinamento

Da Bergamo si percorre la statale della Valle Brembana fino al bivio per Piazza Brembana dove si prosegue a destra lungo la provinciale per Foppolo (km 58). Dopo Zogno, S. Pellegrino, Lenna, si arriva a Cambrembo nelle cui vicinanze si trovano le cascate. In direzione San Simone, si parcheggia nei pressi del terzo tornante.
Dalla sbarra proseguire lungo la strda sterrata fino all’ evidente cascata. 10min.

  • Descrizione

L1 (30mt) risalire il primo salto di circa fino all’ evidente sosta a spit sulla sinistra.

L2 (30mt) risalire il candelone e proseguire lungo terreno più facile fino all’ evidente sosta a spit sulla destra.

  • Discesa

O ridiscendere in doppia utilizzando le soste a prova di bomba o proseguire lungo terreno di misto fino alla strada sterrata e ridiscendere all’ attacco della cascata. 

verso la cascata

 la cascata di Cambrembo

bellezze del ghiaccio a cavolfiori

Marco quasi alla prima sosta

 

Clicca qui sotto per ottenere la versione stampabile

scarica PDF

 

 

Creative Commons License
oltrelenuvole by oltrelenuvole is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non opere derivate 2.5 Italia License.

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: