Con Oby vai tranquilla

02-PINNACOLO---visto dal basso

 

20 Ottobre 2007

Mi incontro con Marco, Mauro e Daniele per decidere cosa fare l’indomani e parlando di vie lunghe subito ci bazzica nei pensieri il Pinnacolo di Maslana…

Ogni volta che si parla di vie lunghe riappare sempre come probabilità questo bel pilastro che, tutte le volte, ci fa tornare a casa ultra soddisfatti.

Così, partiamo lo stesso giorno dopo aver caricato sull’auto le tende e il cibo, con direzione Valbondione.

Dopo una super costinata ci accorgiamo di aver tirato tardissimo per montare le tende, così ci infiliamo nelle macchine e ci appisoliamo anche se siamo un po’ scomodi.

Il mattino partenza per il sentierino, ogni cinque minuti si sente qualcuno lamentarsi per la ripidità che sembra sempre aumentare. Guardiamo il palo dell’alta tensione che ci dà un riferimento per la fine della salita e sembra sempre avvicinarsi, ma solo dopo tre quarti d’ora lo raggiungiamo “con la lingua per terra”. 

Dopo un’oretta siamo all’ attacco delle vie, già provati, apriamo la guida e decidiamo quale linea attaccare.

Daniele e Mauro decidono di fare New Age mentre io e Marco ci incamminiamo all’attacco di papà Geppetto e da lì si parte con i suoi 3 bei tiri.

Rapidamente arriviamo all’ attacco della nostra via; una lunga fessura ci attende e poi una placca interminabile fino alla vetta. Ogni tiro è sempre più bello…non c’è un tiro su questa linea che non meriti di essere percorso e ogni tanto, tra me e me, facevo i complimenti a Oberti e Tomasoni per aver tracciato e chiodato questa stupenda creazione.

In 6 lunghezze siamo in vetta e, dopo aver aspettato i due compagni che stavano uscendo dal loro ultimo tiro ci caliamo con 2 corde da 80 mt. su New Age, e con tre calate tocchiamo terra. 🙂 

Sistemiamo gli zaini e dopo due chiacchiere, a nostro dispiacere, salutiamo il pilastrone anche se sappiamo che la sua bellezza ci farà tornare molto presto.

05-PINNACOLO---dalla vetta sul percorso delle cascate del serio e il rifugio coca

10-PINNACOLO---di notte

 

 

RELAZIONE

Regione: Lombardia

Gruppo montuoso: Orobie

punti d’appoggio: nessuno

Quota d’attacco senitiero: 920mt

Quota partenza via: 1610mt

Quota arrivo: 1857mt

Sviluppo:  90mt di papà Geppetto e 160mt di con Oby vai tranquilla 

Tempo di percorrenza: 3 ore

Materiali: 6 rinvii

Difficoltà: 6c+  (6a obbl.)

Periodo: primavera, estate e autunno.

 Esposizione: sud

 

  • Come arrivarci
 Da Bergamo prendere la straa che porta in valle Seriana e giunti a ponte Selva proseguire diritti per Valbondione.

Arrivati parcheggiare vicino alla funivia  dell’ Enel e incamminarsi in salita per il sentiero posto a sinistra degli impianti che sale alle baite di Maslana. Giunti dopo circa venti minuti, superare il primo insieme di case e attraversare il torrente(raramente con acqua) e continuare tenendo come riferimento da questo punto i numerosi bolli rossi fino alla parete.

Arrivati alla base della parete, all’altezza del grottino, superare il canale e dopo aver tenuto la destra risalire la cresta dei prati fino alla corda fissa che vi porterà all’ attacco di Papà Geppetto.

 

  • Descrizione della salita

Risalire le tre lunghezze di papà Geppetto con difficoltà intorno al 6a e poi attaccare dalla lama per l’evidenrte linea di spit che con 6 lunghezza con difficoltà omogenee si arriva in vetta.

pinnacolo (base)con oby vai tranquilla

 

 

  • Discesa

Arrivati in vetta ridiscendere fino al terrazzino e spostarsi leggermente a dx(faccia alla parete) e Calarsi dalla via new age che è la prima che si incontra.

 

 

Clicca qui sotto per ottenere la versione stampabile

Scarica PDF

 

 

 

 

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: