Parete ovest Coca (tentativo)

12 Maggio 2009

 

In questo week end, anche se fuori stagione, abbiamo provato a risalire la parete ovest del Coca ma senza successo.

Nel pomeriggio di Sabato io e Linda partiamo per Valbondione dove, dopo aver parcheggiato la macchina all’attacco del sentiero per il rifugio Coca, in un’oretta e mezza lo raggiungiamo sotto una leggera pioggia.

Il tempo per il giorno dopo dovrebbe migliorare così speranzosi dopo una buona cena andiamo a letto presto e al mattino alle 5:30 ci svegliamo con un cielo limpidissimo. Dopo una corposa colazione partiamo raggiungendo in breve il lago di Coca e, superatolo, arriviamo all’attacco della parete. Dopo aver rimontato i primi 300mt su buona neve e su pendenze poco pronunciate ci addentriamo in un canale, dove le pendenze non superano mai i 50°. Dopo averlo percorso per altri 150 mt, quasi a tre quarti della parete, aggirato un naso roccioso, ci rendiamo conto che l’innavemnto è assente e ci obbligherebbe a superare un salto parecchio alto in arrampicata su roccia per nulla buona così prendiamo la decisione di tornare sui nostri passi.

Finita la discesa ci fermiamo a osservare i giganti orobici e studiando le linee sul Redorta per il prossimo inverno.

Contenti ugualmente dell’uscita, raggiungiamo il rifugio Coca dove incontriamo i miei zii e fatte due chiacchiere mentre loro pranzavano, ridiscendiamo il sentiero e, arrivati alla macchina, ci dirigiamo verso Bergamo.

Peccato perchè vedendo l’innevamento presente dal lago di Coca pensavamo di riuscire a compiere la salita….. sarà per il prossimo anno.

RELAZIONE

 

Raggiunto il rifugio Coca incamminarsi al lago di Coca e superarlo. Proseguire ancora per cento metri nella gola dei giganti e, all’altezza dove sul redorta parte il canale Tua, di fronte verso il Coca vi sarà visibile una spalla rocciosa e superata sulla sua sinistra dopo circa 300 mt circa vi è un canale che senza via d’obbligo porta in vetta al Coca. Noi ci siamo Fermati dopo 100mt circa preso il canale dove vi è una spalletta rocciosa che con buon innevamento non dovrebbe presentare particolari difficoltà e non dovrebbero neanche incontarsi tratti rocciosi.  

Comunque appena arriva l’inverno e l’assestamento della neve lo permetterà, sicuramente sarà da rifare per toccare la vetta

 

Clicca qui sotto per ottenere la versione stampabile

scarica PDF

 

 

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: